Logo RomaT55

LogoV3

Italian English French German Japanese Spanish

karate-do 

 



kara = vuota
te = mano
do = via

 

   

La parola Karate-do è composta dai tre ideogrammi rappresentati sopra, il cui significato si potrebbe tradurre con “la via della mano vuota” cioè la via del combattimento a mani vuote. In realtà, in questo contesto, il significato più profondo dell'ideogramma “do” non è immediatamente comprensibile, perché con esso non si intende semplicemente lo studio approfondito di un sistema di tecniche di combattimento, ma soprattutto un cammino da percorrere allo scopo di realizzare uno stato mentale ideale per affrontare qualsiasi situazione, utilizzando la tecnica più appropriata al momento giusto.

Un tale stato mentale implica una ricerca introspettiva che può condurre ad una profonda e rinnovata coscienza di se stessi: l'atteggiamento mentale, ovvero lo spirito con il quale si procede nella “via” della propria conoscenza, diventa allora di importanza fondamentale nello studio del karate. In questo senso, il significato del Karate-do può essere espresso come la “ via della propria conoscenza attraverso la pratica del karate”. In sintesi, il valore educativo del Karate-do sta proprio nel senso dell'ideogramma “do”, in quanto, contrariamente a quanto avviene in generale per gli sport da combattimento dove l'avversario è visto solo come l'antagonista da vincere, nel Karate-do l'avversario, durante l'allenamento, viene vissuto come un “mezzo” efficace per comprendere i propri errori e, in ultima analisi, per progredire nella comprensione dell'arte marziale.

Questa ricerca di un livello più profondo, che va quindi oltre all'aspetto esteriore e spettacolare immediatamente visibile anche per chi non è esperto, contraddistingue quelle associazioni di karate che si ispirano alle tradizioni e alle radici della arti marziali.

 

                                                                                                                                                                                

 

 

 

 

 

 

 

Vai all'inizio della pagina